Terre di Aquinum

Dettagli della notizia

Castrocielo e Colle San Magno lanciano il brand territoriale Terre di Aquinum, finanziato dal Bando Borghi.

Data:

19 Novembre 2023

Tempo di lettura:

Descrizione

Sabato 18 novembre 2023, presso il Monacato di Villa Eucheria di Castrocielo, si è svolta la presentazione del brand territoriale Terre di Aquinum, promosso dai comuni di Castrocielo e Colle San Magno. I sindaci dei due comuni, Gianni Fantaccione e Valentina Cambone, hanno introdotto l’evento illustrando ai presenti le progettualità e gli obiettivi da realizzare nell’ambito del progetto condiviso dai due comuni nel Bando Borghi.
“Il Bando Borghi rappresenta un grande volano di sviluppo per i nostri paesi. – ha detto il sindaco Fantaccione – Le nostre progettualità sono state premiate con un finanziamento di oltre due milioni di euro. Siamo certi che, con la partecipazione attiva dei nostri concittadini, riusciremo a dare nuova linfa vitale al nostro territorio, mirando a renderlo sempre più vivace e attrattivo dal punto di vista culturale e dell’ospitalità”.
Nel suo intervento, il sindaco Cambone ha voluto ribadire la grande soddisfazione per l’importante risultato raggiunto: “Un finanziamento così cospicuo è frutto dell’operosità delle due amministrazioni comunali e dei tanti cittadini che hanno partecipato al bando Imprese Borghi. Il Lazio è secondo per numero di progetti presentati e il nostro territorio è tra le aree più attive. Questo ci dice che Castrocielo e Colle San Magno hanno saputo valorizzare al meglio questa opportunità e che presto potremmo assistere alla nascita di nuove attività commerciali e ricettive, nonché di organizzazioni capaci di offrire nuovi servizi socio-culturali alle famiglie, ai giovani e agli anziani del territorio”.
Carmen Bizzarri, responsabile dell’Hub di Sviluppo del Territorio di Castrocielo e Colle San Magno, ha aggiunto: “È importante fare rete tra istituzioni, cittadini, imprese e associazioni. Soltanto così sapremo mettere a frutto le progettualità di Terre di Aquinum e valorizzare in modo sostenibile quanto di bello e di buono questo territorio ha da offrire ai suoi abitanti e ai turisti”.
A seguire, Christian Aletto, direttore creativo dello studio Nerokiaro comunicazione, ha illustrato ai presenti il brand territoriale: “Nel progettare il brand Terre di Aquinum siamo partiti dal monte Asprano, il luogo in cui ogni anno, nel giorno di Pasquetta, le comunità di Castrocielo e Colle San Magno rinnovano un gesto di pace e fratellanza unico al mondo: il bacio delle Madonne.
Il logo raffigura le statue delle due Madonne nel momento esatto in cui si inchinano l’una verso l’altra, dando vita al segno grafico, elegante e originale, che rappresenta una A maiuscola, iniziale di Aquinum. I colori blu e oro sono i colori della tradizione Mariana, gli stessi colori che possiamo ritrovare nel manto e nelle corone delle Madonne e che hanno già ispirato il vessillo europeo.
L’elemento botanico che cinge le Madonne parla di unità, delle radici comuni e di un futuro da costruire insieme: partendo dal basso in forma di edera, simbolo di eternità e fedeltà rinvenuto nell’area archeologica di Aquinum, sale ad abbracciare la composizione diventando un bocciolo di rosa, eterno simbolo di amore e di una bellezza carica di mistero che sta per svelarsi.
Il payoff “Un bacio tra terra e cielo”, infine, esplicitando la vocazione di queste terre alla bellezza, all’ospitalità e alla spiritualità, fa del brand Terre di Aquinum il perfetto ambasciatore di questi luoghi, a partire proprio da quel bacio simbolico, unico al mondo, emblema di amore e fratellanza, valori di cui il mondo ha bisogno – oggi più che mai – per costruire un futuro di pace”.
Simone Caporale, della Fondazione Ampioraggio, ha poi presentato le linee guida rivolte alle associazioni del territorio: “Sono uno strumento prezioso per far sì che ogni evento organizzato sul territorio possa contribuire in modo significativo a valorizzare al meglio e in un’ottica di sostenibilità sociale, economica e ambientale le risorse messe a disposizione dal Bando Borghi”.
Le attività dell’Hub sono poi riprese nel pomeriggio di sabato e nella mattinata di domenica con gli incontri formativi a cura di Gabriele Dell’Orco e Giorgia Bettaccini rivolti ai giovani e ai proprietari di case non occupate. A breve le date dei prossimi incontri rivolti alle imprese del territorio.

Ultimo aggiornamento: 10/02/2024, 13:16

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri